Pubblicato il Autore Domenico VaccaroLascia un commento

Il principe cieco di G. Rodari

Soltanto quando il lungo cammino di medicalizzazione sembra giungere alla sua conclusione, emerge sulla scena la figura di un vecchio signore che per tutto il tempo era rimasto pazientemente in disparte ad ascoltare. Egli si avvicina fiducioso al sovrano e chiede il permesso di raccontare una fiaba allo sfortunato bambino. I vari medici che si sono susseguiti al capezzale del piccolo principe non vedono in lui alcuna possibilità; Zerbino, invece, coglie nello sguardo spento di quel neonato il futuro. Egli non si ferma al già dato (la cecità) ma guarda verso ciò che il bambino non è ancora (la possibilità che egli veda attraverso il proprio cuore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *